Chi Siamo

Il Consorzio Intercomunale per il Risanamento dell’Ambiente C.I.R.A. gestisce l’impianto di depurazione centralizzato che depura i reflui civili e industriali nell’ambito dei Comuni Consorziati di Cairo Montenotte, Carcare , Dego, Altare e nei comuni convenzionati di Cosseria, Plodio, Bormida, Mallare e Pallare.

Il Consorzio C.I.R.A. in adempimento alla normativa vigente, a partire dal 01 gennaio 2015, si è trasformato costituendo (Ai sensi dell’art. 115, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e in conformità all’art. 113, comma 5, lett. c), del medesimo T.U.E.L) una Società a responsabilità limitata totalmente a capitale pubblico denominata C.I.R.A. S.r.L. al fine di avviare la attività finalizzate alla definizione del percorso amministrativo per poter effettuare la gestione del servizio idrico integrato del comparto di appartenenza Centro Ovest 2 Savonese.

Vista la Legge Regionale 24 febbraio 2014 num.1 in cui la funzione di Autorità d’ambito è attribuita in capo alle nuove province e viene definito per la Provincia di Savona l’ATO Centro-Ovest 2, e considerato che in questo ambito nell’indirizzo di affidamento i Sindaci hanno individuato nella s.r.l. a totale controllo pubblico derivante dalla trasformazione del consorzio di depurazione C.I.R.A. il veicolo gestionale che nel rispetto della normativa europea riguardo i cosiddetti affidamenti “in house providing”, possa operare convenientemente nell’ambito in continuazione, evoluzione e superamento della frammentazione delle gestioni precedenti, in questi mesi si sono attivate le procedure relative alle modifiche statutarie al fine di accogliere le indicazioni dettate dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) per la futura gestione del servizio idrico integrato su tutto il territorio dell’ambito di appartenenza.

Tale percorso ha come obiettivo la formazione di una società composta dalla quota dei 23 comuni padani che non hanno la facoltà in forma singola di gestire autonomamente l’intero servizio idrico integrato come dettato dalla Legge Regionale 24 febbraio 2014 num.1, e come richiesto dalla Segreteria dell’Autorità d’Ambito della Provincia di Savona, per procedere agli adempimenti della Legge sopra citata entro il 31 dicembre 2015 (affidamento del servizio a soggetto interamente pubblico in house, purché l’affidatario disponga dei requisiti individuati dalla giurisprudenza dell’Unione Europea).